Spedizione gratuita sullo shop per ordini a partire da 49 euro!

Turchese

Il Turchese

Il Turchese è una gemma molto conosciuta con una lunga storia, un vero e proprio “camaleonte culturale”, che emerge in alcune delle culture più influenti del mondo. Il nome “Turchese” viene usato sia per la gemma, sia per il suo inconfondibile colore.

Nome

Il Turchese: la gemma grezza e la gemma lavorata

Il Turchese: la gemma grezza e la gemma lavorata

Il nome moderno “Turchese“ è in qualche modo un nome errato: quando fu portato in Francia da un commerciante veneziano, venne chiamato “pierre turquois”, ossia “pietra turca”, nonostante la sua origine fosse persiana. Questo nome non fu però l’unico: in Persia era denominato “ferozah”, che significa “vittorioso”. Fino al 13. secolo era conosciuto come “calläis“, che significa “gemma bella”, nome che deriva probabilmente dall’antico greco “kalláïnos”, così come “callaina”(latino).

Alcuni esperti di mineralogia e autori credono che questa denominazione si riferisca al nome moderno di Turchese, opinione però abbastanza controversa.

Composizione chimica del Turchese

Il Turchese è un fosfato idrato di alluminio e di rame. Il colore blu fino al blu-verde varia d’intensità, anche se storicamente si è sempre preferito un blu cielo con un grado intermedio di chiarezza e saturazione; di contro le tonalità verdi sono considerate meno preziose.

Estrazione del Turchese

Ancora oggi una delle località migliori per estrarre il Turchese rimane Nishapur, in Iran. Ulteriori zone estrattive sono gli Stati americani dell’Arizona e del Nevada e la Cina.

Il Turchese

Il Turchese

Storia del Turchese

Una maschera azteca decorata con Turchesi

Una maschera azteca decorata con Turchesi

Il Turchese è una gemma ricca di miti, poichè è stata una delle prime pietre preziose a essere stata estratta. Le sue prime estrazioni risalgono addirittura al 6.000 a.C nell’antico Egitto e nel 5.000 a. C. da parte dei Persiani e per questo è stata una pietra amata da molte culture, come, ad esempio, dai nativi americani, che usavano il Turchese come elemento irrinunciabile per la fabbricazione dei loro gioielli. I bracciali Zuñi e le cinture delle popolazioni Navajo, così come le maschere degli Aztechi erano tutti decorati da meravigliosi Turchesi. Tra i tesori di Moctezuma II. (1466-1520), nono imperatore azteco all’inizio della conquista del Messico da parte degli Spagnoli, c’era un serpente intagliato in Turchese. Dal 16. Secolo il Turchese era inoltre usato come moneta dagli abitanti dell’America sud-occidentale. Oggi è la pietra nazionale dell’Iran.

Caratteristica del Turchese

Spesso è punteggiato con venature della roccia madre, normalmente di limonite nera o di ossido di manganese. Disegni attraenti e particolari non intaccano il valore di un Turchese.

Cura del Turchese

Il Turchese può essere sottoposto a una pulizia a vapore, ma non a ultrasuoni.

Scopri la collezione di gioielli con Turchese sullo Shop

Aktuelles

Tutte le novitá deIl Mondo delle Gemme

  1. The Wind Jewel: scoperto un grande ciondolo di giada Maya

    26. Aprile 2017

    Header Simona Nicolai È stato ritrovato un gigantesco ciondolo in giada. La scoperta è stata comunicata solo recentemente dalla University of California, in San...
    continua a leggere →

Torna su